Oltre la paura

/, Memorie/Oltre la paura

Oltre la paura

Giulia Fakhir

13,00

E se un cavallo dal brutto carattere aiutasse una ragazza che ha avuto un brutto incidente a ricominciare e a guardare senza paura le sue angosce?
Questa è una storia vera, la mia storia, o almeno una parte di essa.
Amyr è un cavallo da corsa comprato in Inghilterra da Davide, veterinario appassionato di scommesse ippiche, per poi essere portato in Italia all’ippodromo di San Siro.
Lì il cavallo non viene capito e ce lo dice lui stesso parlando direttamente con il lettore. I dolori fisici e le continue percosse lo trasformano in una macchina da guerra pronto a distruggere chiunque si imponga su di lui.
Poi ci sono io, che ho avuto un incidente a cavallo nel 2017 e uno nel 2019, che hanno insinuato in me un enorme senso di paura ed incertezza.
Questo libro è un percorso per arrivare alla guarigione e alla consapevolezza, sia fisica che mentale che passa attraverso esperienze personali ed attraverso persone come Matteo, il mio compagno, un artiere con il sogno di diventare un allenatore di cavalli da corsa. Grazie a questo cavallo si sono saldati alcuni legami, mentre altri si sono spezzati.
Amyr, considerato oramai senza speranza, torna a correre regalando una vittoria a Matteo, permettendogli di realizzare il suo sogno e di farsi un nome nel mondo dell’ippica come allenatore.
Il regalo che ha fatto a me, invece, è molto più profondo perché, anche se non riuscirò mai a trovare il coraggio per montarlo, mi ha insegnato ad accettare le mie paure per poi considerarle una parte fondamentale della persona che sono oggi.

Categorie: ,

Descrizione

E se un cavallo dal brutto carattere aiutasse una ragazza che ha avuto un brutto incidente a ricominciare e a guardare senza paura le sue angosce?
Questa è una storia vera, la mia storia, o almeno una parte di essa.
Amyr è un cavallo da corsa comprato in Inghilterra da Davide, veterinario appassionato di scommesse ippiche, per poi essere portato in Italia all’ippodromo di San Siro.
Lì il cavallo non viene capito e ce lo dice lui stesso parlando direttamente con il lettore. I dolori fisici e le continue percosse lo trasformano in una macchina da guerra pronto a distruggere chiunque si imponga su di lui.
Poi ci sono io, che ho avuto un incidente a cavallo nel 2017 e uno nel 2019, che hanno insinuato in me un enorme senso di paura ed incertezza.
Questo libro è un percorso per arrivare alla guarigione e alla consapevolezza, sia fisica che mentale che passa attraverso esperienze personali ed attraverso persone come Matteo, il mio compagno, un artiere con il sogno di diventare un allenatore di cavalli da corsa. Grazie a questo cavallo si sono saldati alcuni legami, mentre altri si sono spezzati.
Amyr, considerato oramai senza speranza, torna a correre regalando una vittoria a Matteo, permettendogli di realizzare il suo sogno e di farsi un nome nel mondo dell’ippica come allenatore.
Il regalo che ha fatto a me, invece, è molto più profondo perché, anche se non riuscirò mai a trovare il coraggio per montarlo, mi ha insegnato ad accettare le mie paure per poi considerarle una parte fondamentale della persona che sono oggi.

L’autrice
Giulia Fakhir – Sono nata a Legnano il 5 ottobre 1995 da mamma italiana e papà marocchino.
La mia infanzia è stata turbolenta, segnata dalle malattie che hanno colpito entrambi i miei genitori.
Ho frequentato il liceo linguistico e durante gli anni delle superiori mi è stata diagnosticata la discalculia, ma questo non mi ha impedito di portare avanti gli studi. La conoscenza approfondita delle lingue mi ha spinto a viaggiare molto, sia per motivi lavorativi che per studio.
Al raggiungimento della maggiore età ho cominciato a lavorare, passando sempre da un lavoro all’altro a causa della situazione gravosa che si stava delineando in Italia.
Sono riuscita a prendere un master come assistente veterinaria e l’amore per gli animali mi ha spinta a diventare anche addestratrice cinofila e ad approfondire la figura dell’istruttore nel mondo dell’equitazione.
Appassionata di lettura, tramandatami da mia nonna materna scomparsa nove mesi fa. La sua scomparsa mi ha spinto ha dedicarle qualcosa che sapevo le sarebbe piaciuto.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Oltre la paura”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi